L’antico quartiere del SS. Salvatore può costituire la base per il terzo percorso, oltre quello medievale e barocco – settecentesco, quello appunto dei vivaci e insieme nostalgici quartieri popolari, che si annidano ora in salita ora in discesa lungo le rocce e che conservano ancora nascosti